Stili di gestione secondo il Re Leone (infografica + quiz)

By Sara McGuire, Jul 13, 2019

Stili di gestione secondo il Re Leone
 

Il Re Leone è indubbiamente un film sulla leadership, e rappresenta tanti leader quanti sono gli animali. Insieme a tutte le persone nate negli anni ‘90, non vedo l’ora che esca il reboot.

Un sacco di cose sono cambiate dall’uscita dell’originale nel 1994, comunque, e non sto parlando solo delle immagini in computer grafica. Per prima cosa, ho espanso il mio repertorio personale partendo dalla vendita di biscotti Thin Mint fino a lavori veri in aziende vere. Perciò, penso di poter dire come funzionerebbero questi personaggi nel quotidiano sui posti di lavoro.

Come sarebbe fare un report a Simba, per esempio? E a Zazu, Mufasa oppure Scar? Come si comporterebbero se passassimo da una pozza d’acqua a un sistema di raffreddamento ad acqua? Cosa potremmo imparare dai loro diversi stili di gestione?

Come auto-proclamati cultori della cultura pop, i miei colleghi e io abbiamo deciso di esplorare queste domande immaginando sette diversi capi provenienti dal Re Leone trasportati dalla savana africana in un ufficio. Abbiamo trovato i loro valori distintivi, la filosofia e gli stili di gestione, oltre alle aree di miglioramento. Abbiamo anche deciso di fare un piccolo quiz per determinare quale personaggio del Re Leone rappresenti al meglio il tuo stile di gestione!

Foto 2

 

Salta a un Personaggio specifico:

Mufasa — Il Tradizionalista Trasparente

Management styles in The Lion King - Mufasa and Simba
 

Mufasa è senza dubbio uno dei capi più forti mai concepiti dalla Disney. Una combinazione unica di carisma e compassione, Mufasa è totalmente impegnato nel proprio ruolo di leader.

Comunque, essendo un re, è giusto immaginare che abbia ereditato la sua posizione, ma comunque Mufasa dimostra di essere bravissimo nel proprio lavoro. Ti basta guardare la grande quantità di risorse nelle Terre del Branco che vengono godute durante il suo regno, grazie alla buona gestione di Mufasa.

Anche se la versione originale de Il Re Leone non è mai esplicitamente chiara e non elogia direttamente l’acume aziendale di Mufasa, viene comunque evidenziato il contrasto nelle Terre del Branco sotto il dominio di Scar, le quali diventano brulle e completamente spogliate delle risorse che Mufasa ha lavorato tanto duramente per proteggere.

Foto 4

 

Questo racconta un’azienda solida e saggia e racconta che nel mondo reale Mufasa non sarebbe solamente capace di gestire in modo efficace un gruppo di persone, ma anche di essere a capo di una società.

I Valori di Mufasa

“Tutto ciò che vedi esiste in un delicato equilibrio. Come re, devi capire quell’equilibrio e rispettare tutte le creature, a partire dal più piccolo insetto strisciante fino alla veloce antilope.

Mufasa sarebbe il tipo di manager che crede che tutti quelli che fanno parte del suo team abbiano un ruolo da ricoprire e qualcosa per cui contribuire, a prescindere da quanto sia giovane. D’altro canto, non discrimina mai i lavoratori più anziani, dato che crede che abbiano dato già in passato quello che di meglio avevano da offrire

La considerazione di Mufasa per la diversità e l’inclusione dovrebbero avere un impatto positivo sull’organizzazione: alcune ricerche hanno mostrato che le aziende inclusive hanno 2,3 possibilità in più di stipendi per dipendente in un periodo di tre anni rispetto ai propri competitor meno inclusivi.

Il peso che Mufasa da all’inclusività dovrebbe attirare più possibili candidati nella propria organizzazione: secondo Glassdoor, almeno due terzi delle persone che cercano lavoro vogliono unirsi a team inclusivi. I candidati che vogliono lavorare per Mufasa potrebbero anche usare uno dei modelli di curricula professionali creati da Venngage per fare in modo che il proprio curriculum si distingua dagli altri.

Management styles in The Lion King - Resume templates

 

Con persone in cerca di lavoro che si vogliono unire a lui, Mufasa riuscirebbe a prendere e scegliere i migliori per coprire ogni lacuna, in modo da puntare a un maggior successo per la propria compagnia.

Foto 6


 

La Filosofia di Mufasa

Sappiamo già che Mufasa nella versione originale de Il Re Leone la leadership viene vista come una responsabilità seria. Il nostro primo suggerimento è che il Mufasa del reboot avrà la stessa forma mentale – e lo stile di gestione – della controparte degli anni ‘90, cosa evidente nella narrazione contenuta nel secondo trailer ufficiale rilasciato da Disney in Aprile:

Mentre alcuni cercano ciò che possono prendere, un vero re cerca ciò che può dare.

Mufasa non vede la propria leadership come un ruolo di esercizio di potere, ma come una grande possibilità di occuparsi, motivare ed ispirare gli altri.

Anche se i suoi standard sono alti, Mufasa si interessa sinceramente ed è empatico con i membri del suo team. Non considera i rapporti che ha con gli altri come un’occasione per far pesare il proprio ruolo di capo, ma considera i membri del proprio team come persone importanti in grado di fornire un contributo significativo.

Martin Zwilling, CEO e fondatore di Startup Professionals, dice:

Una delle responsabilità culturali più importante è fare in modo che i tuoi dipendenti si sentano veramente importanti e che venga dimostrato loro a cadenza regolare, evitando paure e conflitti tra pari. I sentimenti di solito producono, secondo la statistica, il maggior impatto sulle performance future, oltre che sul morale.

Mufasa è il tipo di capo che si interessa di te, che crede in te e che vorresti naturalmente seguire

Come capo, Mufasa potrebbe dire le stesse parole dell’imprenditore Gary Vaynerchuk:

Comprendi che lavori per i tuoi dipendenti, non quelli che lavorano per te.

Mufasa è il tipo di capo per cui le persone vorrebbero lavorare — secondo i dati raccolti dalla Pepperdine University, solo il 35% degli Americani preferirebbe un aumento di stipendio piuttosto che un capo migliore.

Foto 7

 

Lo Stile di Gestione di Mufasa

Dato che Mufasa crede e rispetta i propri dipendenti, è in grado di fornire loro l’autonomia che hanno bisogno per eccellere davvero nel proprio lavoro. Questo non serve solo ad incrementare la produttività ma aiuta anche a prevenire un morale calante, come avviene con il micromanagement. In uno studio del 2014, la professoressa Alexandra Michel dell’Università della Pennsylvania è arrivata alla conclusione che i dipendenti lavorino meglio e più sodo quando viene data loro maggior autonomia quando lavorano.

Comunque, dato che non ti sta continuamente con il fiato sul collo, non significa che Mufasa è un capo disinteressato. Al contrario, investe davvero sui membri del proprio team e si rende davvero disponibile per dare consigli da mentore.

Management styles in The Lion King - Simba and Mufasa
Mufasa non ha problemi con i dipendenti che “deliberatamente gli disobbediscono”. Mentre alcuni capi sono in conflitto con chi va contro quello che dicono loro e considerano questo un comportamento problematico dei membri del proprio team, Mufasa invece non si fa spaventare dal rimproverare i propri dipendenti che stanno per fare un fiasco, come viene fatto da Simba dopo aver comunque compiuto un viaggio sconsigliato verso il cimitero degli elefanti.

Mufasa è anche una persona molto diretta che apprezza la trasparenza. Il suo stile di gestione diretto significa che sai sempre quando e dove hai sbagliato con lui. Se Mufasa ti ha rimproverato per le tue performance, per esempio, non si limita a dirtelo, ma ti da anche l’opportunità di migliorare. Come è successo durante il suo regno, Mufasa il Capo sarebbe giusto ed onesto.

Mufasa non si preoccupa di riconoscere dipendenti meritevoli. Infatti, ci piace pensare che lui userebbe Venngage per creare certificati di riconoscimento per i dipendenti, dato che questo è il tipo di capo che è lui.

management-styles-certificate

 

I Difetti di Mufasa

Mufasa è sicuramente della vecchia scuola e da importanza alla tradizione.

Questo potrebbe renderlo riluttante ad adottare opportunità di miglioramento più moderne sul posto di lavoro come orari flessibili, lavoro da remoto, un dress code casual o un ufficio pensato anche per fare entrare i cani. Questo suo essere tradizionale non è necessariamente un difetto, ma sarebbe importante che i dipendenti di Mufasa si sentono più a proprio agio in un posto di lavoro più formale (per un capo simile dovresti metterti giacca e cravatta)

Mufasa da anche importanza all’esperienza ed alla fedeltà, il che significa che promuove o delega compiti più importanti a persone che per più tempo hanno fatto parte del team, anche se non sono proprio capaci di ottenere ottimi risultati

I dipendenti più giovani hanno bisogno di “farsi le ossa” con lavori di minor importanza prima di essere presi sul serio, anche se hanno idee o capacità migliori rispetto a qualcuno di più anziano. Questa potrebbe essere un’area nella quale lo stile di gestione vecchia scuola di Mufasa crea dei conflitti all’interno del team

Il maggior difetto di Mufasa, comunque, è che fallirebbe totalmente nel rivolgersi in modo efficace ai dipendenti tossici che sono dannosi alla sua società. Non riesce ad esiliare Scar, per esempio – o perlomeno, ad inserirlo in un Piano di Miglioramento Performance – il che mette in luce che, come capo, Mufasa allo stesso modo sottostimerebbe i dipendenti tossici che stessero trascinando giù il resto del team.

Secondo il sito rinomato a livello internazionale Robert Half: “Un cattivo comportamento può essere più dannoso di una performance poco efficace.”

Cosa imparare da Mufasa

  1. Come Mufasa, credi nei membri del tuo team, ma non tanto da non renderti conto di chi siano i dipendenti problematici.
  2. Fai in modo che tutti si sentano come se avessero un ruolo importante nel tuo team, non importa quanto contino.
  3. Sii un capo corretto e giusto.

Simba — Il Leader Visionario

management-styles-simbaQuando abbiamo conosciuto Simba per la prima volta, lui era parecchio lontano dall’essere l’indomabile capo che abbiamo visto sulla cima della Rupe dei Re alla fine del film. Quando è cucciolo, Simba aspetta il giorno nel quale verrà il suo momento e prenderà il posto di suo padre Mufasa.

Di per sé questa è una cosa non dannosa, se non fosse che ha cercato di dare ordini al maggiordomo di Mufasa, Zazu. Quando Zazu si rifiuta di seguire i suoi comandi, Simba prova la prima e sola attuale fine rappresentata ne Il Re Leone (mentre rifiuta di seguire ogni processo delle Risorse Umane, per altro).

Management styles in The Lion King - young Simba

Anche se il suo comportamento da monello si può attribuire alla sua immaturità, il giovane Simba inizialmente emerge come il figlio di un CEO, atteggiandosi da capo coi dipendenti di suo padre e provando a licenziarli quando non fanno quello che lui dice.

Simba crede di dover essere rispettato—e persino obbedito—non in forza delle sue capacità di capo, della sua esperienza o dei suoi successi (nessuna di queste cose è avvenuta fino a questo momento), ma solo per la sua parentela. Il suo comportamento è fastidiosamente simile a quello di qualcuno altro che conosciamo:

Anche con questo suo comportamento indisponente, comunque, siamo testimoni di un appena accennato spiraglio del Simba che un giorno sarà capo.

Per esempio, il suo desiderio di abolire il matrimonio combinato nelle Terre del Branco quando è un cucciolo dimostra che ha una mentalità progressiva. La sua volontà di cambiare la sua dieta e passare dalle antilopi agli insetti indica anche che è aperto a nuove idee e suggerimenti dai propri colleghi.

Anche se Simba sperimenta una trasformazione incredibile nel suo viaggio di eroe in seguito alla tragica morte di Mufasa, rimane un innovatore e mentalmente aperto sin da quando è una palla di pelo a quando diventa un capo ruggente.

I Valori di Simba

Simba dovrebbe essere il tipo di capo che incoraggia i modi di pensare innovativi all’interno dei membri del suo team. Lui incoraggia una cultura aziendale

Non si preoccupa di sperimentare cose nuove, anche se questo vuol dire uscire dalla sua zona di comfort. Ciò significa che il team di Simba avrebbe un sacco di progetti nuovi emozionanti da portare avanti, con tutti che ci lavorano insieme per eseguire una visione a 360 gradi.

Simba si impegnerebbe anche totalmente in una crescita professionale. Lui sarebbe il tipo di capo che lavora sempre sull’apprendimento, la crescita ed il miglioramento — e ispirerebbe i suoi colleghi a fare lo stesso.

Management styles in The Lion King - Simba's pawSimba riconoscerebbe anche i suoi errori e cerca di essere sempre responsabile, il che dovrebbe aiutare a far sparire i sentimenti negativi all’interno del suo team.

Secondo uno studio condotto da Alison Wood Brooks e dai suoi studenti dottorandi della Harvard Business School, i capi che ammettono i propri fallimenti diminuiscono l’invidia intorno alla propria persona. Brooks sostiene:

Se hai sufficiente successo, i tuoi riconoscimenti sono evidenti. È più innovativo e stimolante per gli altri imparare dai tuoi errori.

La Filosofia di Simba

Simba ha deciso di fare proprie le lezioni di suo padre sull’inclusività e la tolleranza, come è evidente dalla sua stretta amicizia con Timon e Pumbaa (che invece altri leoni guarderebbero dall’alto in basso — o proverebbero anche a mangiarsi!) Come capo, sarebbe in grado di dare valore a tutti i membri del suo team, a prescindere dall’età. Sarebbe anche aperto e pronto ad ascoltare domande e problemi.

Management styles in The Lion King - Simba, Nala and friends

Lo Stile di Gestione di Simba

Proprio come suo padre, Simba crede che tutti abbiano una parte importante da giocare. Come capo, andrebbe fuori dal suo percorso per assicurarti che ogni dipendente si senta apprezzato e importante. Come risultato, ispirerebbe lealtà e devozione nel suo team. Ti basta guardare Timon e Pumbaa, che erano praticamente pronti a sacrificarsi per distrarre le iene per portare avanti la causa di Simba alla fine del film originale (per fortuna sono sopravvissuti!).

I Difetti di Simba

Simba è inizialmente codardo e crede di dover essere rispettato per via del padre. Come Scar, pretende rispetto invece di meritarselo. Fortunatamente, Simba si sottopone ad una grandissima correzione del suo carattere durante il film e ad emergere come un leader profondamente suggestivo in grado di riportare le Terre del Branco alla vecchia gloria.

Management styles in the Lion King - Simba, Nala and ZazuComunque, dato che Simba è inizialmente riluttante nello sfidare suo zio Scar e vuole che gli altri lo facciano al posto suo, il che significa che come capo, Simba potrebbe essere concentrato sicuramente su di sé e riluttante nell’aiutare chi è negli altri reparti.

Ha anche difficoltà nell’accettare errori passati e ad imparare da esso, anche se – con un consiglio da parte di Rafiki – riesce a sorpassare questa tendenza.

Cosa imparare da Simba

  1. Fai in modo di avere degli standard alti— pensa sempre a crescere, imparare, migliorare e ad ispirare gli altri a fare lo stesso.
  2. A nessuno importa chi è tuo padre. Il rispetto va guadagnato.
  3. Fai in modo che i tuoi errori non raccontino chi sei. Impara, cresci e vai avanti.

Rafiki — Il Maestro di Crescita Psicologica

Management styles in The Lion King - Rafiki

I Valori di Rafiki

Il cambiamento è un bene.

Rafiki abbraccia il cambiamento, il che significa che, come capo, sarebbe in grado di esplorare nuove idee.

Dato che è concentrato sul quadro generale, i dipendenti di Rafiki non si sentirebbero oberati con compiti o processi super complicati, come aggiungere fogli di copertina ai tuoi report TPS. Sto guardando te, Bill Lumbergh.

Management styles - Office Space

La Filosofia di Rafiki

Oh certo, il passato può fare male. Ma per come la vedo io, puoi scappare da esso, oppure impararne qualcosa.

Il punto nel quale Rafiki si differenzia davvero come capo è il suo approccio agli errori ed ai fallimenti passati, che considera come opportunità di imparare. Rafiki ha una mentalità di crescita e crede nel testare continuamente le nuove idee. Se qualcosa non funziona, lui va avanti e prova qualcos’altro, riuscendo ad ispirare il suo team a fare lo stesso.

Come dice Ellen DeGeneres: “È il fallimento che ti permette di avere la prospettiva corretta sul successo.”

Lo Stile di Gestione di Rafiki

Rafiki come capo sfiderebbe i membri del suo team a crescere a livello professionale, ad uscire dalle loro zone di comfort ed a produrre al meglio dai loro lavori.

Come capo non sarebbe un bene per le persone che vogliono solo scaldare la sedia e staccare alle 5. Sarebbe molto esigente, viste le sue alte aspettative che ha nei confronti dei membri del suo team.

Rafiki è empatico e comprensivo, ma ha una bassa tolleranza per chi si scusa. Ciò significa che preferisce un approccio alla gestione diretto, trasparente e che elimina gli sprechi.

I Difetti di Rafiki

Rafiki non si preoccupa di essere non convenzionale (come colpire Simba sulla testa per dimostrare che il passato, infatti, può fare male), il che significa che probabilmente non si troverebbe bene in un posto di lavoro professionale. Questo non è propriamente un difetto, ovviamente, ma è facile vedere Rafiki schiacciato da una cultura aziendale inquadrata, e di conseguenza non riuscire ad ottenere il meglio dalle sue capacità di capo.

Questo comportamento potrebbe portare inoltre a qualcosa di non molto piacevole…

 

Dato che le imprese più professionali potrebbero sentirsi minacciate dal modo di pensare fuori dagli schemi di Rafiki e di scuotere dalle fondamenta la struttura dello status quo, questo potrebbe renderlo vulnerabile ad essere ostacolato oppure ad essere apertamente sabotato.che valuti il suo pensiero progressista, invece che tener conto del soggetto.

Cosa imparare da Rafiki

  1. Certe volte, le persone hanno bisogno di scoprire le cose da sé. Rafiki non sarebbe riuscito a convincere Simba a ritornare a casa per affrontare Scar se avesse provato a fare pressione o a manipolarlo. Invece, Rafiki ha creduto che se avesse guidato Simba, avrebbe scoperto alla fine la risposta giusta per lui.
  2. Non farti spaventare dal fallimento. Ripensa un errore come un’opportunità di imparare che è attualmente necessario per un successo futuro.

Scar — L’Autocrate Inefficace

Management styles in The Lion King - ScarIn quanto cattivo principale de Il Re Leone, non è una sorpresa che Scar sarebbe comunque un pessimo capo.

I Valori di Scar

Scar è esclusivamente ossessionato dalle sue ambizioni professionali, ed ottenere tanto più potere possibile. Non si limita a rendere noto il suo disprezzo nei confronti dei suoi dipendenti, ma li vede come un bene da sfruttare.

La Filosofia di Scar

Scar crede che ogni azione sia giustificabile, finché è adatto alla sua causa. Preferisce insidiare, essere connivente e dare pugnalate alla schiena per progredire nella sua carriera, invece che lavorare sodo e costruire delle relazioni significative.

Dato che è convinto che la sua specie sia superiore, dimostrerebbe di avere un sacco di preconcetti quando si tratta di assunzioni o promozioni.

Lo Stile di Gestione di Scar

Anche se Scar millanta di essere la figura autoritaria per eccellenza, la gestione quotidiana delle Terre del Branco gli sfugge quotidianamente di mano.

Il suo stile di gestione sarebbe simile al laissez-faire, lasciando che i suoi dipendenti compiano azioni sfrenate in suo favore. Non sembra interessarsi di ciò che fanno su base regolare, finchè gli dimostrano il rispetto che lui credi di meritare.

Mentre i micromanager possono essere dannosi per dipendenti ed azienda, un capo assente è anche peggio. Scott Gregory scrive su Harvard Business Review:

I capi assenti sono le persone nei ruoli di potere che sono psicologicamente assenti. Sono state promosse alla gestione di qualcosa, e si godono i privilegi e le ricompense del ruolo di capo, ma non vogliono impegnarsi in modo significativo con i loro team.

Le tendenze di Scar ad essere assente sono per lo più causate dalla sua pessima etica lavorativa. Vuole i benefici del potere, senza avere alcuna responsabilità.

I Difetti di Scar

Management styles in The Lion King - ScarVisto come tratta le iene, Scar tratterebbe i membri del suo team come risorse da sfruttare, senza nessun valore da aggiungere. Non fa altro che lamentarsi di loro…quando sono presenti.

Di conseguenza, i dipendenti di Scar sarebbero disuniti ed insoddisfatti, e gli volterebbero le spalle alla prima occasione. Ricorda, Scar sopravvive alla caduta dalla Rupe dei Re, e trovata la sua sfortunata fine nelle mani delle iene, da lui rimproverate in precedenza.

Scar è anche incapace di creare discorsi ed articolare concetti in modo produttivo. Per esempio, fa commenti passivi aggressivi nei confronti di Mufasa mentre trama la sua scomparsa, invece di essere diretto rispetto alla sua frustrazione per le apparenti mancanze di opportunità di crescita delle Terre del Branco.

Cosa imparare da Scar

  1. Non trattare i membri del tuo team come risorse sacrificabili; ciò influirà sul loro morale e farà precipitare il loro morale.
  2. Mentre nessuno vuole lavorare per un micro-manager, non è nemmeno una buona cosa essere completamente disinteressato e fallire nella gestione efficace dei dipendenti.

Zazu — Il Micro-manager dalle Buone Intenzioni

Management styles in The Lion King - ZazuTra tutti i personaggi de Il Re Leone, Zazu probabilmente corre il maggior rischio di diventare un micro-manager. In quanto maggiordomo di lunga data di Mufasa, è certamente leale – per non dire affidabile e gran lavoratore – ma la sua insicurezza e la sua rigida attenzione alle regole lo rende troppo attento a supervisionare e rimproverare i suoi dipendenti, causando una inevitabile caduta della loro produttività e del loro morale.

I Valori di Zazu

Zazu da chiaramente importanza all’impegno ed all’etica lavorativa, due qualità che lui possiede. Come capo, sarebbe totalmente dedicato a fare gli interessi della sua società – non è difficile immaginare che Zazu come il primo dipendente ad andarsene il lunedì e l’ultimo ad andarsene il venerdì.

Potrebbe anche prendere le mosse di Dwight Schrute nel fare tardi per innaffiare le piante ogni giorno.

Un altro vantaggio è che Zazu sa capire perfettamente l’azienda. Potremmo tranquillamente immaginarcelo che usa modelli di relazioni sulle performance di Venngage per comunicare in modo regolare con il suo team.

Zazu possiede anche la sua integrità e si interessa davvero dei suoi dipendenti, anche se deve accompagnarli fuori dalla porta.

La Filosofia di Zazu

Zazu crede di dover seguire la legge alla lettera, il che gli renderebbe difficile essere flessibile come capo. Il suo attenersi alle regole non è necessariamente una cosa negativa, ma combinata con il suo rischio di avversione, Zazu potrebbe inavvertitamente affondare le barche con il vento in poppa strozzando la creatività all’interno del suo team.

Lui crede anche nella gerarchia, il che significa che difficilmente sarebbe dalla parte un dipendente quando c’è di mezzo un superiore – almeno non apertamente. Ricorda, nonostante tutti i suoi difetti, Zazu supporta ancora Simba nel suo tentativo di spodestare Scar. Durante la battaglia, assiste anche Timon e Pumbaa nel combattere un’orda di iene.

Anche se non è veramente riconosciuto, questa è una svolta enorme per Zazu, che frequentemente caratterizzato dalla sua obbedienza e dal seguire le regole. Come capo, Zazu potrebbe certe volte sorprendere i membri del suo team uscendo dalla sua comfort zone e a supportarli in modo che non si aspettano.

Lo Stile di Gestione di Zazu

Il micro-managing di Zazu non deriva dal rancore, ma dall’insicurezza.

Sam Dogen, autore del blog Financial Samurai, spiega che le tendenze al micro-managing emergono tipicamente quando un capo è “fondamentalmente insicuro”. Lui o lei potrebbe essere nevrotico (il che descrive bene Zazu) o un grande performer che rifiuta di conoscere come lavorino in modo diverso altre persone.

Qualunque sia la ragione, i risultati sarebbero gli stessi. Chris Leitch di Career Addict scrive:

Per farla semplice, il micromanaging è destinato a distruggere le relazioni capo/clienti. Monitorare ogni cosa che fanno, seguirli in ogni elemento del proprio lavoro, e rifare il loro lavoro dato che non è stato fatto esattamente nel modo in cui lo avrebbe fatto il micro-manager, porta lentamente ma inesorabilmente i dipendenti verso la porta.

Essendo un micromanager, Zazu potrebbe causare i suoi dipendenti a non mettere più impegno in quello che fanno—o scoppiare a livello emotivo—nel proprio lavoro. Questo potrebbe rendere difficile per Zazu mantenere dipendenti: secondo Gallup, 56% di chiunque sia disinteressato e il 73% dei dipendenti attivamente non più impegnati stanno attivamente cercando un nuovo lavoro.

Cosa imparare da Zazu

  1. Credi nelle tue abilità, e gli altri faranno lo stesso.
  2. Stai attento alle tendenze di micromanagement, che potrebbero causare un disimpegno da parte del tuo team e decimarne produttività e morale.

Pumbaa — Il Risparmiatore Strategico

Management styles in The Lion King - PumbaaCome più fedele compagno di Timon, lo scopo principale di Pumbaa ne Il Re Leone è servire al comparto comico. Comunque, mostra anche sorprendenti capacità di comando che sono molto desiderate in un capo.

I Valori di Pumbaa

Quando Timon e Pumbaa incontrano per la prima volta Simba come un leoncino sconvolto che ha appena subito un enorme trauma, Timon è inizialmente troppo spaventato per aiutarlo. Pumbaa invece supera le proprie convinzioni e convince Timon a prendere Simba con loro.

Questo dipende in parte dalla natura empatica di Pumbaa; comunque, lui ha anche la lungimiranza di determinare che avere un leone adulto affiancato al duo potrebbe avere dei ritorni non indifferenti in futuro. Viene fuori Pumbaa che ha ragione, dato che Simba alla fine li salva dall’essere la cena di Nala.

Come capo, Pumbaa preferirebbe far parte di un ambiente collaborativo, con un’enfasi sul lavoro di squadra e l’inclusione. I suoi dipendenti non devono lavorare in compartimenti stagni, dato che costruiscono relazioni positive tra vari reparti.

Management styles in The Lion King - Simba, Timon and Pumbaa

La Filosofia di Pumbaa

Pumbaa definisce la sua filosofia personale in “Hakuna matata”—nessuna preoccupazione. Sul luogo di lavoro, il suo atteggiamento ottimistico ha un impatto positivo sul team dato che aiuta a ridurre lo stress.

Secondo l’Istituto Americano dello Stress, almeno 1 milione di lavoratori negli Stati Uniti si assentano ogni giorno a causa dello stress. In più, la combinazione della cura sanitaria ed i giorni di lavoro mancato a causa dello stress hanno un costo stimato per i dipendenti americani di circa 300 miliardi di dollari all’anno.

Foto 22

Lo Stile di Gestione di Pumbaa

L’enfasi che Pumbaa mette sulla collaborazione potrebbe permettere maggiore armonia tra i vari reparti, proprio come tra i singoli membri del team. Lui sarebbe il tipo di capo che cerca attivamente contributi e feedback dai propri dipendenti, con uno stile di comando che ha quasi una natura democratica.

Dato che Pumbaa supera facilmente i preconcetti, attirerebbe con facilità talenti da diversi gruppi di candidati. Ciò significa che ci sarebbe più creatività ed innovazione, grazie al gran numero di esperienze, prospettive e modi di vedere le cose, i membri del suo team verrebbero attirati al suo team.

Management styles in The Lion King - Simba, Timon, Pumbaa

I Difetti di Pumbaa

Pumbaa potrebbe mancare di disciplina verso i membri del team che non rispettano le richieste, dato che la sua natura allegra potrebbe renderlo riluttante ai conflitti sul posto di lavoro.

Dovrebbe anche ricordarsi che la linea di confine tra il capo e gli altri non dovrebbe essere infranta, dato che ciò potrebbe essere motivo di mancanza di rispetto nei suoi confronti e della sua autorità.

Cosa imparare da Pumbaa

  1. Non preoccuparti di avere membri in squadra che vengano da diversi background professionali/educativi/sociali/economici rispetto a te; supera le tue convinzioni come Pumbaa e pensa ai benefici a lungo termine che i diversi modi di pensare portano al tuo team.

Sarabi — Il Difensore dei Dipendenti

Management styles in The Lion King - Sarabi

Sarabi è un altro personaggio minore che mostra alcune lodevoli capacità di leadership nel corso del film. Dopo la tragica morte di suo marito Mufasa, Sarabi continua a servire come capo delle leonesse nelle Terre del Branco mentre Scar porta il regno nell’oscurità.

Anche se continua ad essere addolorata per Mufasa (e per suo figlio Simba, che presume sia morto), Sarabi dimostra una forza incredibile forza e coraggio nel contrapporsi a Scar quando lui sfida la produttività dei membri del team di lei.

I Valori di Sarabi

Sarabi da enorme importanza alle sue colleghe e desidera combattere per loro, anche se rischia per se stessa. Non ha problemi di rivolgersi a dipendenti tossici, a prescindere dal loro grado di anzianità.

La Filosofia di Sarabi

Anche se non abbiamo visto molto di Sarabi ne Il Re Leone, possiamo immaginare dal modo in cui si alza contro Scar che ha un grande interesse al benessere della propria squadra. Lei non si preoccupa di battersi o parlare se qualcuno viene trattato in modo ingiusto.

Lo Stile di Gestione di Sarabi

Sarabi non si preoccupa di dire le cose come stanno, il che significa che potrebbe essere un capo aperto, diretto ed onesto. È chiaro che le altre leonesse siano leali a lei e le stiano a fianco nel film; non la seguono perché lei è il loro “capo”, ma perché la rispettano e la ammirano.

Come capo, si preoccuperebbe di ogni singolo individuo del team. Le sue dipendenti di conseguenza si sentono a loro agio nel venire da lei per le proprie domande o questioni. Dovrebbe avere una politica di porta aperta.

I Difetti di Sarabi

Anche se è certamente lodevole che lei si batta per il suo team, Sarabi avrebbe avuto più successo nel parlare a Scar in privato, invece che parlare di fronte all’intero regno e ledere fortemente il suo ego.

In un’impostazione aziendale, ciò significa che lei non ha grandi doti di diplomazia. Non se la caverebbe molto bene con le politiche aziendali, il che renderebbe lei ed il suo team vulnerabili in caso di CEO vendicativi.

Cosa imparare da Sarabi

Lotta per i tuoi dipendenti e preoccupati in modo genuino di comportarti bene per ispirare devozione come Sarabi.

Management styles in the Lion King - adult Simba

Il remake de Il Re Leone ruggisce al cinema dal 18 Luglio 2019. Anche se è un po’ diverso dall’originale, sono sicuro che rappresenterà in modo simile diverse tipologie di leadership e stile di gestione dai quali possiamo imparare. Potrebbe anche darci alcune idee su come essere dei capi migliori.

L’infografica sugli Stili di Gestione de Il Re Leone è stato creato da Michelle Lee