Come scegliere i font per il vostro design (con esempi)

By Midori Nediger, Mar 02, 2022

How to Choose Fonts That Make Your Infographic
I caratteri giocano un ruolo enorme nel modo in cui le infografiche sono percepite.

Se non siete un designer, probabilmente non notate il design o le scelte dei font, a meno che non siano particolarmente orribili:

Probabilmente non vi interessa nemmeno, e onestamente, non vi biasimo. Abbiamo tutti quell’amico designer che non smette di parlare di Comic Sans (se non siete a conoscenza dell’odio universale per il Comic Sans, potete aggiornarvi qui).

How to Choose Fonts That Make Your Infographic Example 1

Ma ascoltatemi: non sono qui per criticare il Comic Sans, o per dirvi che l’Helvetica risolverà tutti i vostri problemi. Sono qui per dirvi perché dovreste preoccuparvi dei font, e per insegnarvi come usarli come un designer.

Si potrebbe sostenere che finché il testo è leggibile, la scelta del font non ha importanza. Mentre questo può essere vero fino a un certo punto, considerate quanto segue:

Uno studio del 2008 ha scoperto che semplicemente usando un carattere considerato più “appropriato” per un curriculum, i candidati al lavoro sembravano più maturi, più affidabili e più professionali dei candidati che usavano caratteri meno appropriati.

Pur avendo qualifiche identiche, questi candidati avevano anche più probabilità di ottenere interviste.

Siete già a bordo? Parliamo di come scegliere i font per le vostre infografiche.

Perché i font sono importanti

Prima di tuffarci nel nitty-gritty della scelta dei font, vorrei rivedere il ruolo che i font giocano nella comunicazione visiva.

Certo, tutti noi vogliamo usare font che rendano le nostre infografiche “carine”, ma ci sono molte altre cose importanti che accadono dietro le quinte.

Non mi credete? Guardate queste due versioni della stessa infografica: stesso contenuto, immagini e schema di colori, ma font diversi:

Simple List Infographic - How To Choose Fonts

 

Simple List Infographic - How To Choose Fonts 2

Stile a parte, una delle infografiche è molto più efficace a causa dei caratteri utilizzati. È molto più facile ottenere informazioni dalla prima infografica che dalla seconda.

Perché? Vediamo le funzioni dei font nel design infografico.

1. I caratteri hanno un impatto sulla leggibilità e comprensibilità 

La comprensibilità si riferisce a quanto sia facile distinguere qualsiasi lettera su una pagina. Dei font qui sotto, uno è chiaramente più leggibile.  

Font Legibility - How To Choose Fonts

 

La leggibilità si riferisce a quanto sia facile leggere grandi passaggi di testo. Come potete vedere nell’esempio qui sotto, entrambi i font sono abbastanza leggibili, ma ci vuole molta più concentrazione per leggere la frase a sinistra. Il font sulla destra rende la lettura più confortevole. 

Font Readability - How To Choose Fonts

Idealmente, non volete far lavorare troppo il lettore per leggere il vostro testo.

Dal momento che ci sono chiari vincitori e perdenti quando si tratta di leggibilità e comprensibilità dei font, la scelta di grandi font per le infografiche è spesso una questione di trovare un equilibrio tra stile, leggibilità e comprensibilità.

Il testo altamente leggibile di questa infografica assicura che il messaggio sia in primo piano, mentre il colore aggiunge interesse e stile:

Financial Planning Infographic - How To Choose Fonts

 

2. I caratteri possono essere usati per creare un senso di gerarchia visiva sulla pagina

Cosa significa questo? Date un’occhiata all’articolo qui sotto. Quanto tempo ci vuole per capire di cosa si tratta?

Visual Hierarchy Example - How To Pick Fonts

Ora date un’occhiata allo stesso articolo, ma con i caratteri modificati per creare un senso di gerarchia visiva. A colpo d’occhio, è molto più facile capire di cosa tratta l’articolo:

Visual Hierarchy Example - How To Pick Fonts 2

Questo perché i caratteri sono usati per far risaltare i titoli e i punti principali.

Ogni volta che guardate del testo su una pagina, il vostro occhio deve iniziare da qualche parte. Su una pagina come quella sopra, il vostro occhio salterà inconsciamente al testo che è più grande, più audace e più unico. La gerarchia visiva stabilita dalle scelte dei font ci aiuta a dare rapidamente un senso al testo.

Per altri esempi, date un’occhiata a questi 10 modelli di poster per eventi che attirano l’attenzione. Quanti di loro sfruttano una forte gerarchia visiva per attirare l’attenzione sul loro titolo? (Risposta: tutti).

3. I caratteri evocano emozioni e hanno personalità

Quale di questi font sembra più felice?

Happy Font Example - How To Pick Fonts

Più fiducioso?

Trustworthy Font Example - How To Pick Fonts

Confident Font Example - How To Pick Fonts

Più affidabile?

Che lo si voglia o no, le nostre scelte di font evocano risposte emotive dai nostri lettori (questo è noto come psicologia dei font). Per comunicare efficacemente, abbiamo bisogno di gestire queste risposte scegliendo i font che corrispondono alla natura dell’argomento.

Possiamo vedere che il modo in cui il testo viene visualizzato sulla pagina (o sullo schermo) ha un impatto sul modo in cui interagiamo con esso, lo leggiamo e lo comprendiamo. Se ci interessa la percezione che i nostri lettori hanno del nostro testo, dobbiamo essere consapevoli delle nostre scelte di font.

Come scegliere i font per le vostre infografiche in 5 passi

Tolte le cose teoriche, passiamo alla pratica. Ecco cinque passi che potete usare per fare scelte ben informate di font per le vostre infografiche.

1. Pensate al vostro contenuto

Le vostre scelte di font dovrebbero sempre essere guidate dalla natura del vostro contenuto, vale a dire:

Lo scopo dell’infografica:

  • I caratteri nelle infografiche che sono fatte per educare, informare o semplificare (come rapporti, infografiche statistiche, poster di formazione) dovrebbero essere più minimali, con un focus sulla leggibilità e la comprensibilità.

Simple Bar Chart - How To Pick Fonts

 

  • I font nelle infografiche che sono fatte per intrattenere, coinvolgere o ispirare (come volantini promozionali, social media marketing) possono essere più giocosi, con un focus sullo stile e l’unicità.

PRIDE Social Media Image - How To Pick Fonts

 

La lunghezza e la struttura del testo:

  • I font per i testi lunghi (come paragrafi o punti elenco) dovrebbero essere altamente leggibili
  • I caratteri per i testi brevi che volete far risaltare (come parole chiave, intestazioni, sottointestazioni) dovrebbero essere stilizzati e unici
  • I caratteri per il testo che deve essere letto a colpo d’occhio (come le etichette dei grafici e le didascalie) dovrebbero essere altamente leggibili

Il mezzo e l’ambiente in cui sarà ricevuto:

  • I caratteri per le infografiche stampate dovrebbero essere facilmente leggibili a un braccio di distanza, con una dimensione di almeno 10 pt
  • I caratteri per le infografiche che saranno lette da distanze maggiori (come i poster e le presentazioni) devono essere più grandi, altamente leggibili, e molto leggibili
  • I caratteri per le infografiche che saranno visualizzate sullo schermo dovrebbero avere una dimensione di almeno 14 pt, idealmente più grande

Questo processo di analisi di queste caratteristiche del vostro contenuto serve a definire il vostro obiettivo per ogni pezzo di testo: stile e coinvolgimento, o leggibilità e comprensibilità.

Lavoriamo su alcuni esempi.

Scenario 1:

Il dirigente di una piccola organizzazione no-profit sta creando un poster per un elegante gala per la raccolta di fondi.

  • Scopo: Far conoscere l’evento e incoraggiare la gente a partecipare.
  • Testo: Titolo, data e informazioni sul luogo dell’evento in punti elenco, alcune frasi sullo scopo dell’evento.
  • Mezzo: Poster, da esporre sui muri degli spazi pubblici.

Per un poster di un evento con poco testo, progettato per catturare l’attenzione del lettore e fornire alcune informazioni di base su un evento, la scelta del font può concentrarsi su stile, personalità ed emozione.

L’obiettivo primario dovrebbe essere quello di trovare un carattere di intestazione che evochi eleganza, raffinatezza e calore. Per il resto del testo, l’obiettivo dovrebbe essere la leggibilità; non volete perdere potenziali donatori perché non riescono a capire dove o quando partecipare all’evento!

Creative Formal Invitation - How To Pick Fonts

 

Scenario 2:

Un analista finanziario sta creando uno slide deck per presentare una revisione trimestrale dei conti

  • Scopo: Comunicare le tendenze ed evidenziare le statistiche chiave.
  • Testo: Titoli ed etichette dei grafici, brevi riassunti in forma di punti.
  • Mezzo: Slide deck, da usare in una presentazione.

L’intero focus qui è la comunicazione e l’educazione per un pubblico professionale, quindi i caratteri dovrebbero essere minimi, professionali e altamente leggibili. Il testo dovrebbe svanire nello sfondo, lasciando spazio ai dati per brillare.

Le statistiche chiave possono essere evidenziate nel testo aumentando la dimensione e il peso (cioè il grassetto) del carattere.

Monthly Sales Presentation - How To Pick Fonts

 

Per riassumere: il contenuto è la chiave!

Usate lo scopo, la lunghezza e il mezzo del vostro contenuto per determinare se dovreste concentrarvi sulla leggibilità o sullo stile. Usate queste attenzioni per guidare le vostre scelte di font, assicurandovi che il vostro testo comunichi efficacemente.

2. Scegliere un font per il corpo che sia leggibile

Tenendo a mente il vostro contenuto, scegliete un font da usare per la maggior parte del corpo di testo (cioè paragrafi, punti elenco, riassunti). Questo è ciò da cui i vostri lettori trarranno la maggior parte delle loro informazioni, quindi dovrebbe sempre avere la priorità.

I caratteri del corpo dovrebbero:

  • Essere altamente leggibile e comprensibili in piccole dimensioni
  • Essere meno stilizzati dei font di intestazione
  • Avere pesi multipli (cioè regolare e grassetto)
  • Non essere mai tutto maiuscolo

Per rendervi le cose un po’ più facili, ho compilato una lista dei migliori font professionali, moderni e altri che sono ottimi per il body copy:

Body Font Personalities - How To Pick Fonts

 

Se avete pensato al contenuto e allo scopo della vostra infografica, scegliere un font da questa lista dovrebbe essere facile! In caso di dubbio, scegliete qualcosa di semplice e minimale: sarà più facile lavorarci, e potrete aggiungere più stile nella fase successiva.

3. Scegliere alcune coppie di font dell’intestazione che aggiungono un po’ di stile

Una volta che avete stabilito un font per il corpo, è il momento di passare alle intestazioni. Alla fine, dovrete considerare come il font dell’intestazione si abbina al font del corpo, ma per ora, concentratevi solo sul trovare font di intestazione che si adattino al vostro contenuto.

I font di intestazione possono generalmente avere un po’ più di carattere rispetto ai font del corpo, e possono essere usati per catturare l’occhio del lettore, attirandolo nella grafica e incoraggiandolo a leggere oltre.

Pensate all’intestazione come a un modo per stabilire lo stile e l’atmosfera del pezzo. Dovrebbe apparire bene a grandi dimensioni e può essere meno leggibile del testo del corpo, se necessario.

Scegliete tre o quattro font che pensate possano essere adatti al vostro contenuto come intestazioni. L’idea qui non è di trovare un font perfetto, ma di sceglierne alcuni che volete provare. Potete aumentare le vostre possibilità di trovarne uno che funzioni scegliendo una varietà di stili.

Usate il grafico qui sotto per qualche ispirazione, e non abbiate paura di usare questi font per il corpo anche come intestazioni. Potete anche controllare questi popolari font in grassetto per avere qualche idea.

Heading Font Personalities - How To Pick Fonts

 

 

4. Trovate il font dell’intestazione che si abbina meglio al vostro font del corpo

A questo punto dovreste avere un font perfetto per il corpo e tre o quattro possibili font per l’intestazione. È il momento di trovare il singolo font d’intestazione che si abbina meglio al vostro font corpo.

Gli abbinamenti di caratteri dovrebbero essere ad alto contrasto o a basso contrasto

È molto più facile accoppiare font che sono molto diversi o molto simili nello stile generale.

Si potrebbe accoppiare un font serif per l’intestazione con un font sans-serif per il corpo:

Serif Header Font - How To Pick Fonts

O un font di intestazione drammatico con un font di corpo minimo:

Dramatic Header Font - How To Pick Fonts

O anche usare un solo font per un’intera infografica. Create un contrasto con versioni BOLD o in corsivo del vostro font:

Roboto Font Example - How To Pick Fonts

Provate ad abbinare il font scelto per il corpo con ognuna delle opzioni dell’intestazione. Qualcuno di loro è ad alto contrasto? A basso contrasto? Se c’è un abbinamento ad alto o basso contrasto che vi sembra ottimo, andate con quello. In caso contrario, e se volete un po’ di ispirazione, date un’occhiata a questa raccolta di abbinamenti di font:

Oswald Font Example - How To Pick Fonts

Graduate Font Example - How To Pick Fonts

Lato Font Example - How To Pick Fonts

Arvo Font Example - How To Pick Fonts

Playfair Display Font Example - How To Pick Fonts

Unica One Font Example - How To Pick Fonts

Josefin Sans Font Example - How To Pick Fonts

Lobster Two Font Example - How To Pick Fonts

Philosopher Font Example - How To Pick Fonts

Wire One Font Example - How To Pick Fonts

Monton Font Example - How To Pick Fonts

Pathway Gothic One Font Example - How To Pick Fonts

Poiret One Font Example - How To Pick Fonts

Paytone One Font Example - How To Pick Fonts

Poppins Font Example - How To Pick Fonts

Non vedete niente che vi piace? Controllate alcune combinazioni di Google Font, cercate l’ispirazione nei libri, o sfidate voi stessi a usare un singolo font per un’intera infografica! Penso che lo troverete più facile di quanto vi aspettiate.

5. Creare una gerarchia visiva variando le dimensioni e il peso

Una volta che avete un abbinamento che funziona bene con il vostro contenuto, è il momento di usare i vostri font per stabilire una chiara struttura visiva. Giocate con le dimensioni e il peso per enfatizzare alcuni testi e de-enfatizzare altri.

Dimensione

Il modo più semplice per creare una gerarchia visiva è quello di variare la dimensione del testo. Come sempre, è meglio scegliere prima una dimensione per il vostro font corpo.

Assicuratevi che sia abbastanza grande da poter essere letto facilmente a un braccio di distanza, ma non troppo grande – non volete che sommerga la pagina. Una buona regola empirica o la dimensione del carattere del corpo è 10-14 pt per la stampa, 14-18 pt per lo schermo.

Non dimenticate il vostro contenuto; se vi aspettate che la vostra infografica sia letta da più lontano (un poster o una presentazione, per esempio), aumentate la dimensione del carattere.

Con la dimensione del corpo scelta, il resto è abbastanza facile!

Usate uno strumento di scala tipografica per determinare il resto delle dimensioni dei vostri caratteri. Scegliete un rapporto (a me piace 2:3) e incrementate le dimensioni dei vostri caratteri in base a quel rapporto. Oltre a prendere un sacco di decisioni dal mix, questo darà al vostro tipo un importante senso di ritmo e struttura.

Typographic Scale Tool - How To Pick Fonts

Una scala tipografica con un rapporto 2:3.

Typographic Scale Tool - How To Pick Fonts2

La scala 2:3 applicata per creare una gerarchia visiva.

Peso

Mentre la dimensione da sola può essere sufficiente per creare una gerarchia visiva all’interno del vostro testo, il peso e l’enfasi possono essere usati per aggiungere un po’ di grinta in più.

Come potete vedere, variando la dimensione e il peso di un singolo font si crea una gerarchia visiva. Se combinati con un ottimo abbinamento di font, questi strumenti vi aiuteranno a creare la struttura visiva di cui avete bisogno per fare un’infografica chiara e comunicativa.

Questo è tutto! Avete imparato le basi della scelta dei font.

Rivediamo i passi chiave:

5 Steps For Picking The Perfect Font Infographic1

 

Volete saperne di più? Date un’occhiata alla nostra analisi dei tipi di carattere più popolari in America, o mettete alla prova le vostre capacità creando un’infografica!