5 approfondimenti dalla ricerca sulla creazione di contenuti formativi visivi

By Lydia Hooper, Jul 15, 2022

visual training content
Una versione di questo articolo è stata originariamente pubblicata su Training Magazine.

L’uso delle immagini nei contenuti di formazione è in aumento, in parte a causa del crescente bisogno di opportunità di apprendimento remoto. Sfortunatamente, parte di questo aumento è anche un aumento di contenuti visivi di formazione scadenti o confusi.

Come possiamo valutare al meglio le immagini e renderle più efficaci per gli obiettivi di apprendimento? Mentre sono emerse alcune buone pratiche, saremmo più saggi a riflettere su quelle supportate dalla ricerca accademica.

Fortunatamente, ci sono stati numerosi studi di ricerca condotti negli ultimi decenni che possono aiutarci a capire meglio come creare contenuti visivi che supportino la formazione. Qui ci sono alcune delle scoperte più significative fino ad oggi e alcune idee su come potete usare queste intuizioni per migliorare il vostro contenuto formativo.

Volete creare materiali di formazione ben visualizzati e coinvolgenti? Iniziate gratuitamente usando i modelli facili da modificare e l’editor drag-and-drop di Venngage.

 

Cliccare per saltare avanti:

1. Le immagini possono migliorare la comprensione, la memoria e la motivazione.

Un certo numero di studi negli anni ’70 ha dimostrato che le immagini possono aiutare l’incomprensione. Negli anni ’80 e ’90 la ricerca ha continuato a dimostrare che le immagini possono aiutare gli studenti a memorizzare e ricordare meglio il materiale, e possono anche suscitare l’attenzione e aumentare la motivazione.

Questo significa che è importante per voi visualizzare i concetti che sono più difficili da capire, così come quelli che volete essere sicuro che gli studenti ricordino. Questi concetti possono essere visualizzati in grafici come diagrammi di flusso, linee temporali, diagrammi, mappe mentali, grafici o infografiche di processo, come quella qui sotto.

visual training content

 

In anni più recenti, i ricercatori hanno detto che le infografiche (abbreviazione di grafica informativa) possono essere preziose per condividere contenuti complessi in un modo che sia altamente accessibile. Le infografiche sono ottime per la formazione e lo sviluppo e possono essere usate, per esempio, in rapporti interni, presentazioni, dispense di formazione e aiuti al lavoro.

visual training content

 

Ritorna al Sommario

2. Bisogna prestare particolare attenzione, specialmente quando le immagini sono usate per scopi di apprendimento.

Naturalmente, non tutte le immagini o infografiche sono efficaci ed è facile produrre cattive infografiche. Alcuni degli errori più significativi che i ricercatori hanno notato, per esempio, sono l’uso irrilevante, poco attraente o incoerente di colori, icone e altri elementi visivi.

Uno degli errori più significativi che si possono fare è quando si tenta di raggruppare troppe informazioni in un solo visual, quindi è saggio dividere argomenti complessi in più visual. Questo può essere fatto in una serie di slide di presentazione o in parti di un’infografica lineare che può essere fatta scorrere online.

Le immagini fuorvianti che inducono lo studente a trarre false conclusioni sono ancora più dannose. Diversi studi hanno dimostrato che l’errata interpretazione delle immagini può avvenire anche quando il testo che le accompagna è accurato. Questo significa che dovreste porre la stessa attenzione sulle immagini che sul testo nei vostri materiali di formazione.

visual training content

 

Tutti questi errori non solo possono causare la confusione e la disattenzione dell’allievo, negando qualsiasi beneficio che le immagini possono aver fornito, ma possono anche creare impressioni negative e sfiducia tra voi e l’allievo, secondo la ricerca.

Ritorna al Sommario

3. Le visualizzazioni dei dati possono essere utili, a seconda delle attitudini e dei tipi di grafici.

Alcune visualizzazioni sono basate su dati – queste sono chiamate visualizzazioni di dati. Queste possono assumere molte forme, come grafici a barre, grafici a linee, grafici a torta, nuvole di parole, pittogrammi o mappe.

Secondo gli studi condotti nel 2014, le immagini come i grafici possono essere persuasive perché sono viste come scientifiche. Si nota che lo sono meno se l’allievo ha una ridotta convinzione dell’importanza della scienza, quindi dovrete tenere a mente il vostro pubblico mentre decidete se usarli.

C’è stato molto dibattito sul fatto che queste immagini possano essere usate per far cambiare idea alle persone. La ricerca finora indica che i grafici possono essere particolarmente utili quando gli studenti non hanno ancora atteggiamenti esistenti sull’argomento, mentre le tabelle possono essere più persuasive se gli studenti hanno atteggiamenti che i dati non supportano.

Ci sono tanti tipi diversi di tabelle e grafici, e alcuni sono più efficaci di altri. Gli studi hanno dimostrato che i grafici a barre verticali in particolare sono i più facili da capire per gli studenti, più dei grafici a torta o altre rappresentazioni.

visual training content

 

Ritorna al Sommario

4. I colori e le immagini rendono gli apprendimenti più memorabili – ma bisogna fare attenzione che non distraggano.

Le infografiche con decorazioni o immagini dettagliate o elaborate sono più memorabili, secondo uno studio del 2010. Questo significa che potete usare elementi come illustrazioni e sfondi per rendere le vostre immagini più facili da ricordare per gli studenti. 

I ricercatori hanno anche scoperto che le infografiche che utilizzano più colori sono più memorabili. Venngage offre modelli di infografiche colorate con questi elementi già creati in modo che siano accessibili ai principianti del design.

https://it.venngage.com/templates/infographics/what-is-your-teacher-personality-50c6f360-2957-44f2-ade1-492be87ef3d3

Tuttavia, secondo la ricerca, le immagini che sono comprensibili “a colpo d’occhio” sono più rapidamente recuperate dalla memoria, anche se sono dettagliate. Quindi il trucco per creare contenuti visivi memorabili per la formazione è sempre quello di bilanciare il fascino visivo con la chiarezza – troppo disordine può impantanare l’allievo.

Gli studenti passano la maggior parte del tempo a guardare il testo nelle visualizzazioni, in particolare i titoli, quindi dovreste anche assicurarvi che questo testo sia limitato e guidi il messaggio direttamente e rapidamente.

Si possono anche aiutare gli studenti a ricordare le informazioni in seguito usando oggetti quotidiani in foto e icone, secondo i ricercatori. I pittogrammi, così come i diagrammi, possono servire come ganci visivi, permettendo a uno studente di recuperare la conoscenza in seguito, dice la ricerca.

visual training content

 

Ancora una volta, si dovrebbe cercare di utilizzare immagini che supportino sia la comprensione che la memoria – a volte sarà necessario utilizzare un semplice grafico a barre per comunicare i dati in modo succinto e altre volte si possono utilizzare diagrammi che saranno più sorprendenti e quindi più memorabili per l’allievo. 

Mentre le visualizzazioni dei dati, le illustrazioni e le icone possono essere divertenti da usare, è meglio non usarle a meno che non ci sia un chiaro scopo per loro. Secondo uno studio del 2010, gli studenti possono percepire quando le immagini sono effettivamente delle distrazioni e successivamente faranno delle supposizioni sulle intenzioni del designer.

Ritorna al Sommario

5. Le immagini che giocano un ruolo cruciale nell’apprendimento dovrebbero essere testate. 

I designer spesso usano icone e illustrazioni di cui presumono che gli studenti capiranno il significato. Secondo uno studio del 2007, queste supposizioni possono essere completamente false. Il background culturale può avere un impatto particolare sull’interpretazione delle immagini da parte di uno studente, quindi se state progettando materiali per studenti di diversi background, è particolarmente importante tenerlo a mente.

I simboli che sono convenzionali e visti frequentemente, come un segnale di stop, possono essere ben compresi, ma quelli usati in situazioni diverse per indicare significati diversi, come le frecce, possono causare confusione o addirittura incomprensione.

Poiché le immagini possono giocare un ruolo cruciale nell’apprendimento, qualsiasi supposizione che i designer fanno può risultare in un’interferenza con gli obiettivi di apprendimento. Pertanto, si dovrebbe anche testare le immagini con il pubblico di destinazione prima di implementarle ampiamente, soprattutto se il pubblico è multiculturale.

In sintesi

Ora che siete più consapevoli delle molte cose a cui prestare attenzione durante la creazione di contenuti formativi visivi, vorrete prevenire qualsiasi errore grave e assicurarvi che le immagini che create siano davvero utili aiuti all’apprendimento. Le immagini sono un elemento che cambia le carte in tavola per gli studenti, quindi vi incoraggio a continuare a imparare come utilizzarle al meglio per supportare la formazione e lo sviluppo dei dipendenti.